Entropion

In caso di Entropion il bordo palpebrale tende ad arrotolarsi verso l’interno e a mettere in contatto le ciglia con la cornea creando danni di varia importanza che vanno dal lieve fastidio, come se ci fosse un corpo estraneo nell’occhio, a gravi ulcerazioni corneali.

Occhio rosso, lacrimazione e fotofobia si accompagnano spesso a questa condizione.
Solitamente è acquisito e si manifesta più frequentemente nelle persone anziane per indebolimento delle strutture tendinee e strutturali della palpebra. A volte associato a blefarospasmo e in certi casi risolvibile temporaneamente con iniezioni di tossina botulinica, in altri casi causato da traumi chirurgici o malattie autoimmuni.

L’operazione è ambulatoriale in anestesia locale eseguita in sala operatoria con la presenza del medico anestesista. Dopo una o due settimane si asporteranno i punti di sutura.
L’intervento ha lo scopo di migliorare la funzionalità della palpebra ed evitare danni corneali da sfregamento.