Dott. Claudio Lucchini Oculista

Pterigio

Pterigio

Pterigio

Lo pterigio è una crescita anomala di tessuto congiuntivale fibro vascolare che va a sormontare la cornea, di aspetto triangolare con apice verso la pupilla si dispone orizzontalmente all’interno della fessura palpebrale per lo più dalla parte nasale.

Colpisce soprattutto la popolazione maschile solitamente oltre i 40 anni, dovuto a cause multi fattoriali, all’esposizione prolungata al vento e sole senza protezione, infiammazioni ed infezioni ricorrenti, ereditarietà e fattori immunologici.

Le razze più colpite sono quelle che vivono nelle zone equatoriali per i fattori climatici precedentemente citati, ma sono interessate anche gli asiatici e la razza bianca .

La sua presenza, in base alla dimensione ed estensione, produce disturbi che possono essere lievi come arrossamento, bruciore e sensazione di corpo estraneo, a più gravi in cui la vista è offuscata per l’invasione del centro della cornea.

La terapia varia da colliri lubrificanti e anti infiammatori nelle forme iniziali alla rimozione chirurgica che spesso può presentare recidive.
L’intervento di trapianto autologo della congiuntiva riduce, ma non annulla, le possibilità di ricrescita dello pterigio.