Occhio secco - oculista Milano Lucchini

Occhio secco – patologia e terapie

COS’È LA SINDROME DA OCCHIO SECCO?

La Sindrome da Disfunzione Lacrimale (detta anche “occhio secco”) è una patologia che impiega anni a manifestarsi, e che può peggiorare in caso non venga curata. Oltre 100 milioni di persone soffrono di questo disturbo. La sindrome si manifesta in due principali forme: quella derivante da eccessiva evaporazione lacrimale (dislacrimia) e quella causata da ridotta produzione lacrimale (ipolacrimia).

L’eccessiva evaporazione lacrimale, che è la causa dell’86% dei casi di occhio secco, è provocata dall’ostruzione delle ghiandole di Meibomio che si trovano nelle palpebre.
Tale patologia riguardante l’ostruzione dei dotti ghiandolari è nota come Disfunzione delle ghiandole di Meibomio.
Queste ghiandole sono responsabili della produzione dello strato lipidico delle lacrime.
Quando non funzionano correttamente, non secernono sufficiente sostanza oleosa nel film lacrimale.

Di conseguenza le lacrime, che servono a lubrificare gli occhi e a proteggerli, evaporano troppo velocemente. Un insufficiente strato lipidico può causare un’evaporazione lacrimale da 4 a 16 volte più rapida.

La ridotta produzione lacrimale si verifica quando le ghiandole lacrimali non creano una quantità sufficiente di soluzione acquosa in grado di mantenere l’umidità oculare.

Quali sono i fattori di rischio più comuni della Sindrome da occhio secco?

Le modifiche degli equilibri ormonali nelle donne durante la menopausa, in particolare i diminuiti livelli di estrogeni, possono causare una progressiva atrofia delle ghiandole di Meibonio, che ostruendosi, riducono la quantità di secrezione lipidica.
La diminuzione dei livelli di estrogeni può favorire le condizioni in base alle quali i batteri stafilococco proliferano nelle ghiandole di Meibomio. Questo si traduce in una diminuzione del livello di secrezione oleosa.
Altri fattori che possono causare o aggravare la disfunzione delle ghiandole di Meibomio sono l’età, l’uso e l’igiene delle lenti a contatto, l’uso di cosmetici e alcune malattie, in particolare il diabete.
Sintomi comuni nella Sindrome da occhio secco:

  • secchezza oculare
  • disagio e irritazione
  • formicolio o sensazione di un corpo estraneo nell’occhio
  • sensazione di bruciore o dolore
  • lacrimazione eccessiva
  • arrossamento
  • spurgo
  • affaticamento
  • prurito
  • disturbi della vista
  • fotofobia

 

In che modo la Sindrome da occhio secco influisce negativamente sulla vista e sulla qualità della vita.
I sintomi della Sindrome da occhio secco possono essere spiacevoli, nonché causa di grossi disagi. Incombenze basilari nell’uso della vista come leggere, utilizzare un computer, guidare o guardare la televisione possono diventare difficili. L’uso delle lenti a contatto potrebbe essere inibito. E con il trascorrere delle ore della giornata, probabilmente i sintomi diverrebbero più accentuati, impedendo la pratica delle normali attività che siete soliti svolgere.
Il forte disagio sottolinea una reale condizione fisica che richiede una terapia che arresti il ciclo di deterioramento e l’aggravarsi dei sintomi della patologia dell’occhio secco.
La sindrome da occhio secco è una patologia cronica, che senza adeguati interventi può portare alle seguenti problematiche:

  • Aumento dell’evaporazione lacrimale
  • Instabilità del film lacrimale
  • Lesioni della superficie oculare
  • Aumento del malessere
  • Infiammazione e lesione delle cellule
  • Instabilità e diminuzione della vista