Trattamenti estetici - PRP

PRP

PRP – Plasma Ricco di Piastrine

Recentemente comparsa questa tecnica di rigenerazione tessutale ha fatto subito parlare di sé per la sua straordinaria efficacia ed assenza di effetti collaterali; basata sui cosiddetti “fattori di crescita” presenti nel sangue, viene utilizzata in molte branche della medicina e chirurgia per la rapida guarigione di ferite, per la crescita del tessuto osseo, usata anche a scopo estetico per il ringiovanimento dei tessuti nei distretti del viso, del collo e decolleté, delle gambe e per la ricrescita dei capelli.

Un viso fresco, giovane e compatto utilizzando il PRP

PRP - chirurgia estetica - Dott. Claudio Lucchini

Risultato dopo
centrifugazione
del sangue prelevato

Un semplice prelievo di sangue, la centrifugazione delle provette per alcuni minuti ed ecco la separazione delle cellule del sangue prelevato dal paziente (autologo) diviso in tre strati, sul fondo della provetta stanno i globuli rossi, a metà un siero di colore giallastro molto ricco di piastrine e globuli bianchi, i fattori di crescita, un terzo strato piu’ superficiale, con quantità inferiore di piastrine.

Il siero aspirato in siringhe munite di sottili aghi viene poi iniettato sottocute con piccoli ponfi distanziati di un paio di centimetri l’uno dall’altro per tutto il viso o la zona da ringiovanire.

Trattandosi di una sostanza autologa, cioè di origine naturale del paziente, e completamente priva di effetti collaterali, il suo effetto rigenerativo sui tessuti sarà visibile dopo circa 15 giorni con il massimo della sua potenza ad un mese.

PRP - chirurgia estetica - Dott. Claudio Lucchini

Aspirazione
della parte sierica
ricca di PRP

Il PRP continua comunque a lavorare anche dopo, accelerando la proliferazione cellulare e la rivascolarizzazione dei tessuti, migliorando le cicatrici di acne se presenti, compattando la cute rendendola elastica con aspetto ringiovanito, luminoso e turgido grazie alla stimolazione del collagene ed elastina presenti nel derma.

Il concentrato di piastrine presente nel PRP contiene dei fattori di crescita simili alle cellule staminali utilizzati in chirurgia plastica per la guarigione delle ferite, in chirurgia oculistica per l’apporto di vascolarizzazione in retinopatie atrofiche o nelle atrofie del nervo ottico, in chirurgia ortopedica e odontoiatrica per la ricrescita dell’osso.

Proprio per le sue capacita di rivascolarizzazione è usata per i trattamenti antiaging e la ricrescita dei capelli in caso di alopecia.

Il trattamento e’ ambulatoriale, eseguito in struttura adeguata, richiede circa 40 minuti, il paziente deve godere di buona salute. Si effettua il prelievo di sangue venoso, lo si centrifuga per pochi minuti e il gel piastrinico ottenuto si inietta, previa anestesia, nel sottocute del viso o nella zona da trattare.

Il paziente al termine del trattamento può riprendere le sue normali attività.