Le tecniche LASEK e PRK possono correggere i difetti legati a miopia, ipermetropia, astigmatismo. Entrambe prevedono l’uso del laser ad eccimeri per rimuovere sottili strati di tessuto dalla superficie della cornea con estrema precisione.

CHIRURGIA REFRATTIVA DI PRIMA GENERAZIONE

La PRK (Photo Refractive Keratectomy) utilizza il laser ad eccimeri per rimuovere sottili strati di tessuto dalla superficie della cornea con estrema precisione, l’epitelio corneale viene asportato e al termine della procedura con il laser si applica a protezione della cornea una lente a contatto per circa sette giorni.
Nelle prime 48 ore può essere presente fastidio e dolore anche intenso gestibile con colliri e antidolorifici per bocca; la vista, inizialmente offuscata, migliora progressivamente nei giorni successivi.
L’intervento laser PRK si effettua su differenti zone della cornea a seconda del difetto da correggere:

MIOPIA
Il laser ad eccimeri asporta il tessuto nella porzione centrale, appiattendo in tal modo la curvatura della cornea e diminuendo così il suo potere di messa a fuoco.

IPERMETROPIA
Il laser ad eccimeri asporta del tessuto nella parte periferica della cornea così da rendere più curva la porzione centrale aumentandone il potere di messa a fuoco.

ASTIGMATISMO
Il laser è programmato per asportare il tessuto su un meridiano della cornea, così da rendere la cornea più sferica.

LASEK

Molto simile alla PRK ma l’epitelio corneale nella prima fase dell’operazione viene conservato.
Si procede poi con la correzione del difetto con il laser ad eccimeri, come nel PRK, a seconda che si tratti di miopia, astigmatismo o ipermetropia ed infine si riporta l’epitelio nella sua posizione originale. Viene applicata una lente a contatto che protegge la cornea per circa sette giorni.
Numerosi studi scientifici hanno dimostrato che la presenza dell’epitelio può ridurre la fase infiammatoria della riparazione corneale, il dolore e il fastidio nel periodo post operatorio.
Per questi motivi preferisco, quando possibile, la LASEK rispetto alla PRK.

RICHIEDI INFORMAZIONI

DAL BLOG

Distacco del corpo vitreo

Vista appannata e filamenti scuri nell’occhio? Potrebbe essere il distacco del corpo vitreo, un fenomeno molto frequente e quasi fisiologico dopo una certa età. Nella maggior parte dei non comporta danni alla vista, qualche volta invece può causare il distacco della retina.

Visite a Roma – luglio 2020

Il 31 luglio 2020 sarò a Roma per visite oculistiche, interventi di chirurgia refrattiva e trattamenti di luce pulsata per l’occhio secco.

Lenti a contatto e coronavirus

Si è parlato molto in questi ultimi mesi della possibilità di trasmissione del coronavirus attraverso le lenti a contatto.
Uno studio pubblicato sul Journal of Hospital Infection ha dimostrato che il virus sopravvive una media di cinque giorni sulla gomma silicone, cioè il materiale con cui sono fatte le lenti a contatto.