IPERMETROPIA: UN DIFETTO POCO CONOSCIUTO

Se hai difficoltà a mettere a fuoco oggetti vicini, come un libro o un giornale, potresti soffrire di ipermetropia, un difetto di refrazione per il quale la vista degli oggetti vicini risulta maggiormente sfocata rispetto a quelli lontani e che colpisce circa il 5% della popolazione.

CHE COS’È L’IPERMETROPIA

Semplificando, potremmo dire che è l’opposto della miopia. È dovuta infatti ad una lunghezza assiale del bulbo oculare ridotta rispetto al normale, ad un minore potere refrattivo della cornea e del cristallino.
Le immagini, sia quelle lontane che quelle più vicine, non vengono messe a fuoco perfettamente sulla retina ma su un piano posto dietro ad essa, costringendo i muscoli interni dell’occhio ad un contino sforzo per cercare di mettere a fuoco le immagini.

Nell’ipermetropia lieve, finché si è giovani, l’occhio riesce a compensare il proprio difetto con il meccanismo naturale dell’accomodazione. Con l’avanzare dell’età il difetto invece potrebbe accentuarsi perché l’occhio non è più in grado di compensare, rendendo difficile la lettura e la visione di oggetti vicini.

COME SI CURA L’IPERMETROPIA

Oggi il laser per la correzione della l’ipermetropia ha raggiunto altissimi livelli di precisione e sicurezza.
È possibile correggere l’ipermetropia con le diverse tecniche disponibili e a seconda delle indicazioni del Dottor Lucchini a seguito della visita pre-operatoria:

FEMTO LASIK

Rapida, senza lente a contatto correttiva, la vista è molto buona già dopo 24 ore e stabile dopo pochi giorni.


LASEK / PRK

Rapida, prevede una lente a contatto correttiva dopo l’intervento, recupero completo della vista in 10 a 30 giorni.


FACOREFRATTIVA

Prevede la sostituzione del cristallino con uno artificiale nei casi in cui non è possibile intervenire con il laser.


LENTI FACHICHE

Le lenti fachiche sono necessarie nei casi di di miopia grave e ipermetropia molto forte e non trattabili con il laser.


RICHIEDI INFORMAZIONI

DAL BLOG

Visite a Roma il 21 giugno

Il 21 Giugno sarò a Roma per visite oculistiche, interventi di chirurgia refrattiva e trattamenti di luce pulsata per l’occhio secco.

Sindrome da visione al computer

Mal di testa, secchezza e arrossamento oculare, vista offuscata, irritazione agli occhi, visione doppia, dolore al collo e alla schiena sono alcuni dei sintomi legati alla Computer Vision Syndrome

Chirurgia refrattiva: le cinque domande più frequenti

Il Dott. Lucchini risponde alle cinque domande più frequenti che ci sottopongono i nostri pazienti prima di un intervento di chirurgia refrattiva