IPERMETROPIA: UN DIFETTO POCO CONOSCIUTO

intervento ipermetropia

Se hai difficoltà a mettere a fuoco oggetti vicini, come un libro o un giornale, potresti soffrire di ipermetropia, un difetto di refrazione per il quale la vista degli oggetti vicini risulta maggiormente sfocata rispetto a quelli lontani e che colpisce circa il 5% della popolazione.

CHE COS’È L’IPERMETROPIA

Semplificando, potremmo dire che è l’opposto della miopia. È dovuta infatti ad una lunghezza assiale del bulbo oculare ridotta rispetto al normale, ad un minore potere refrattivo della cornea e del cristallino.
Le immagini, sia quelle lontane che quelle più vicine, non vengono messe a fuoco perfettamente sulla retina ma su un piano posto dietro ad essa, costringendo i muscoli interni dell’occhio ad un continuo sforzo per cercare di mettere a fuoco le immagini.

Nell’ipermetropia lieve, finché si è giovani, l’occhio riesce a compensare il proprio difetto con il meccanismo naturale dell’accomodazione. Con l’avanzare dell’età il difetto invece potrebbe accentuarsi perché l’occhio non è più in grado di compensare, rendendo difficile la lettura e la visione di oggetti vicini.

COME SI CURA L’IPERMETROPIA

Oggi il laser per la correzione dell’ipermetropia ha raggiunto altissimi livelli di precisione e sicurezza.
È possibile correggere l’ipermetropia con le diverse tecniche disponibili e a seconda delle indicazioni del Dottor Lucchini a seguito della visita pre-operatoria:

FEMTO LASIK

Rapida, senza lente a contatto correttiva, la vista è molto buona già dopo 24 ore e stabile dopo pochi giorni.


LASEK / PRK

Rapida, prevede una lente a contatto correttiva dopo l’intervento, recupero completo della vista in 10 a 30 giorni.


FACOREFRATTIVA

Prevede la sostituzione del cristallino con uno artificiale nei casi in cui non è possibile intervenire con il laser.


LENTI FACHICHE

Le lenti fachiche sono necessarie nei casi di di miopia grave e ipermetropia molto forte e non trattabili con il laser.


RICHIEDI INFORMAZIONI

DAL BLOG

Visite a Roma – luglio 2020

Il 31 luglio 2020 sarò a Roma per visite oculistiche, interventi di chirurgia refrattiva e trattamenti di luce pulsata per l’occhio secco.

Lenti a contatto e coronavirus

Si è parlato molto in questi ultimi mesi della possibilità di trasmissione del coronavirus attraverso le lenti a contatto.
Uno studio pubblicato sul Journal of Hospital Infection ha dimostrato che il virus sopravvive una media di cinque giorni sulla gomma silicone, cioè il materiale con cui sono fatte le lenti a contatto.

Esame del fondo oculare

Che cos’è e perché è necessario in caso di diabete e ipertensione?
Molte persone pensano che la visita oculistica sia semplicemente la misurazione della vista. Ma non è così!
Una visita oculistica completa prevede una serie di controlli sullo stato di salute di tutto l’occhio, e non solo delle sue capacità visive.