Lo pterigio è una crescita anomala di tessuto che colpisce soprattutto la popolazione maschile oltre i 40 anni.

CHE COS’È LO PTERIGIO

Lo pterigio è una crescita anomala di tessuto congiuntivale fibro vascolare che va a sormontare la cornea, di aspetto triangolare con apice verso la pupilla si dispone orizzontalmente all’interno della fessura palpebrale per lo più dalla parte nasale.
Colpisce soprattutto la popolazione maschile solitamente oltre i 40 anni, dovuto a cause multi fattoriali, all’esposizione prolungata al vento e sole senza protezione, infiammazioni ed infezioni ricorrenti, ereditarietà e fattori immunologici.
Le razze più colpite sono quelle che vivono nelle zone equatoriali per i fattori climatici precedentemente citati, ma sono interessate anche gli asiatici e la razza bianca .
La sua presenza, in base alla dimensione ed estensione, produce disturbi che possono essere lievi come arrossamento, bruciore e sensazione di corpo estraneo, a più gravi in cui la vista è offuscata per l’invasione del centro della cornea.
La terapia varia da colliri lubrificanti e anti infiammatori nelle forme iniziali alla rimozione chirurgica che spesso può presentare recidive.
L’intervento di trapianto autologo della congiuntiva riduce, ma non annulla, le possibilità di ricrescita dello pterigio.

RICHIEDI INFORMAZIONI

DAL BLOG

Esame del fondo oculare

Che cos’è e perché è necessario in caso di diabete e ipertensione?
Molte persone pensano che la visita oculistica sia semplicemente la misurazione della vista. Ma non è così!
Una visita oculistica completa prevede una serie di controlli sullo stato di salute di tutto l’occhio, e non solo delle sue capacità visive.

Difendersi dalla luce blu

Immagino avrai già sentito parlare degli occhiali anti luce blu, ma li hai mai usati?
Ormai gli schermi luminosi sono parte integrante della nostra quotidianità.
Computer, smartphone, tv... non trovarsi davanti agli occhi uno schermo luminoso oggi è davvero impossibile.

Bambini, smartphone e miopia

Le continue sollecitazioni provenienti dagli schermi influiscono negativamente sulla salute degli occhi, predisponendo una percentuale sempre più alta delle nuove generazioni allo sviluppo di difetti refrattivi. Nei prossimi dieci anni, le stime parlano di un raddoppiamento dei casi di miopia nei giovani.