La Relex Smile (Small Incision Lenticule Extraction) è la tecnica di chirurgia refrattiva più innovativa e concettualmente rivoluzionaria.

Considerata la Terza generazione della correzione dei difetti visivi, attualmente rappresenta la tecnica all’avanguardia nella correzione della miopia e dell’astigmatismo miopico essendo basata sull’utilizzo del solo laser a Femtosecondi, escludendo dunque l’utilizzo del laser ad eccimeri e di conseguenza i limiti legati al suo effetto termico sui tessuti.
Le novità di questa procedura, All Femto, si basano sulla velocità d’esecuzione (la procedura si effettua in un unico step e la durata è indipendente dall’errore rifrattivo da correggere), sull’assenza dell’utilizzo di microcheratomi, di flap corneale, del laser ad eccimeri e dalla presenza di una piccola incisone corneale.

La procedura Relex Smile è indicata attualmente solo per il trattamento di miopia e astigmatismo. La visita di valutazione pre laser mi darà le informazioni necessarie per indicare al paziente la procedura chirurgica migliore per risolvere il suo difetto refrattivo.

La Relex Smile a differenza della Femtolasik, presenta un’incisione dell’85% più piccola, rispettando così la biomeccanica corneale e il plesso nervoso sub basale mantenendo una maggiore resistenza del tessuto e non alterando la lacrimazione.

COME SI SVOLGE L’INTERVENTO RELEX SMILE

La tecnica consiste nella scolpitura, da parte del laser a femtosecondi di ultima generazione, Visumax Carl Zeiss Meditec, da 500 Hz, di un lenticolo stromale, paragonabile ad un disco di tessuto all’interno della cornea, di spessore e diametro di caratteristiche geometriche adeguate a correggere il difetto rifrattivo miopico o astigmatico del paziente. Terminata questa fase il laser crea una piccola incisione di 2 o 4 mm circa per poter estrarre il lenticolo. Utilizzo poi dei sottili strumenti a forma di spatola per separare i due piani interni creati dal laser senza alcun dolore o fastidio da parte del paziente. Terminata questa fase estraggo rapidamente il lenticolo corneale dalla piccola incisione creata dal laser all’ inizio della procedura.

La Relex Smile rivoluziona e migliora le tecniche di chirurgia refrattiva mini invasiva rappresentando il futuro ma richiede una learning curve più lunga e impegnativa per il chirurgo.

ANCHE TU VUOI LIBERARTI DAGLI OCCHIALI?

QUALI SONO I VANTAGGI DELLA RELEX SMILE

  • È la più recente e innovativa ed è concettualmente rivoluzionaria perché utilizza un solo laser per corregge miopia e astigmatismo.
  • Un laser a Femtosecondi di ultima generazione corregge in un’unica fase il difetto visivo, senza bisogno di abbinare il laser ad Eccimeri
  • L’intervento è completamente indolore
  • Dura pochi minuti
  • Nessun dolore o fastidio nelle ore successive
  • Recupero visivo immediato

COME PREPARARSI ALLA RELEX SMILE

  • Segui tutte le indicazioni prescritte durante la visita preoperatoria
  • Sospendi l’uso di lenti a contatto per almeno 20 giorni
  • Presentati senza trucco e accertarti che sia stato totalmente rimosso
  • Se vieni in macchina fatti accompagnare perché non sarai in grado di guidare dopo l’operazione

COSA FARE DOPO L’INTERVENTO RELEX SMILE

  • Utilizzare i colliri prescritti dal medico chirurgo oculista
  • Stare a riposo per qualche ora
  • Non impegnare troppo la vista troppo la vista per un paio di giorni
  • Attendere qualche giorno prima di guidare
  • Non esporsi alla luce diretta del sole
  • Non usare trucco per 15 giorni
  • Evitare gli ambienti polverosi per almeno 15 giorni
  • Attendere 10 giorni per riprendere l’attività sportiva
  • Non nuotare in mare o piscina per almeno 30 giorni

DAL BLOG

Distacco del corpo vitreo

Vista appannata e filamenti scuri nell’occhio? Potrebbe essere il distacco del corpo vitreo, un fenomeno molto frequente e quasi fisiologico dopo una certa età. Nella maggior parte dei non comporta danni alla vista, qualche volta invece può causare il distacco della retina.

Visite a Roma – luglio 2020

Il 31 luglio 2020 sarò a Roma per visite oculistiche, interventi di chirurgia refrattiva e trattamenti di luce pulsata per l’occhio secco.

Lenti a contatto e coronavirus

Si è parlato molto in questi ultimi mesi della possibilità di trasmissione del coronavirus attraverso le lenti a contatto.
Uno studio pubblicato sul Journal of Hospital Infection ha dimostrato che il virus sopravvive una media di cinque giorni sulla gomma silicone, cioè il materiale con cui sono fatte le lenti a contatto.